RISCATTO DEI SERVIZI EX ART 5 COMMA 3 DLGS 165/97

PERSONALE IN SERVIZIO > TUTTI GLI ARTICOLI

riscattabilità dei servizi ex art 5 comma 3 dlgs 165/97


QUESTO ARTICOLO RIGUARDA TUTTO IL PERSONALE DEL COMPARTO

Vigili del FuocoVV. F.
corpo firestadele dello StatoC.F.S.
carabinieriC.C.
guardia di finanzaG.D.F.
Esercito italianoE.I.
Marina militareM.M.
Aeronautica militareA.M.
Polizia di StatoP.S.
Polizia PenitenziariaP.P.

Secondo la più recente e illuminata giurisprudenza, anche di secondo grado, il militare può rivendicare il diritto alla scelta dei periodi da ammettere a riscatto senza dover subire l’interpretazione restrittiva dell’Inps operata con la ormai nota circolare n. 119 del 18/12/2018.

A norma dell’art 5 comma 3 del dlgs 165/1997 “ Gli aumenti dei periodi di servizio nei limiti dei cinque anni massimi stabiliti, sono computabili, a titolo in parte oneroso, anche per periodi di servizio comunque prestato.”

A corollario della norma di cui sopra, deve leggersi l’art 7 comma 3 del predetto decreto legislativo il quale dispone: “ Gli aumenti dei periodi di servizio anche se eccedenti i cinque anni, maturati alla data di entrata in vigore del presente decreto, con percezione delle relative indennità, sono riconosciuti validi ai fini pensionistici e se, eccedenti i cinque anni, non sono ulteriormente aumentabili in aderenza a quanto previsto dall’art 5 comma 1.”

La ratio della disciplina è evidentemente quella di salvaguardare il diritto all’aumento dei periodi di servizio come ad esempio la supervalutazione del periodi di allievo delle scuole militari maturati entro e non oltre il 31.12.1997.

Ora secondo l’interpretazione della norma data dall’Inps con la circolare 119/2018 se il militare alla data di presentazione della domanda di riscatto ha già raggiunto il limite massimo di cinque anni di supervalutazione consentito dall’art 5 comma 1, la domanda deve essere respinta.

L’Ente previdenziale infatti non consente all’interessato di poter scegliere i periodi da ammettere a riscatto, se l’interessato al momento della domanda ha già maturato il quinquennio (spesso per effetto automatico ex lege) non può accampare alcun diritto alla supervalutazione di periodi anteriori già maturati ma non ancora riscattati.

Fortunatamente la giurisprudenza più recente delle varie sezioni territoriali della Corte dei Conti e la II e III Sezione Giurisdizionale di Appello, ritiene che per tali servizi occorre fare riferimento soltanto al verificarsi del presupposto della maggiorazione e non certamente alla data della domanda di riconoscimento dei periodi ai fini pensionistici.

Non solo, afferma un principio applicativo innovativo in base al quale deve riconoscersi il pieno riconoscimento dei periodi anteriori al 1998 con lo scomputo di quelli maturati successivamente a tale data e già valutati, in modo quindi da non superare il limite invalicabile previsto dal legislatore.

Va da sé che si aprono prospettive interessanti, soprattutto per chi, tramite la supervalutazione di 1/5 del periodo del corso allievi può accedere al sistema di calcolo retributivo della pensione.

Si consiglia pragmaticamente ai pensionati che ci seguono e che si trovino ad aver fatto domanda di riscatto respinta dall’Inps di contattarci per valutare ogni opportuna azione legale innanzi alla Corte dei Conti Competente.


Arezzo – 18 Marzo 2021

Avv. Chiara Chessa

© Copyright "Studio Legale Associato C.B.C. di Chessa-Barbini-Chessa"

Per Informazioni e Ricorsi

Contattare Avvocato Guido Chessa
Viale Michelangelo, 26 52100 Arezzo
Telefono Segreteria: 371 18 91 856
Fax: 0575 35 49 91

chessapensionimilitari@gmail.com


Contatti:

Avvocato Guido Chessa

Avvocato Chiara Chessa

Avvocato Eleonora Barbini

Leggi l’Articolo »
No Comment
No Comment
No Comment

COVID-19: CAUSA DI SERVIZIO E VITTIME DEL DOVERE NELLE FORZE ARMATE E DI POLIZIA

Covid-19 Articolo della Dottoressa Lucia Astore


QUESTO ARTICOLO RIGUARDA TUTTO IL PERSONALE DEL COMPARTO

Vigili del FuocoVV. F.
corpo firestadele dello StatoC.F.S.
carabinieriC.C.
guardia di finanzaG.D.F.
Esercito italianoE.I.
Marina militareM.M.
Aeronautica militareA.M.
Polizia di StatoP.S.
Polizia PenitenziariaP.P.

IL PROFILO MEDICO – LEGALE
Il punto della dott.ssa Lucia Astore


Dott.ssa Lucia Astore
Specialista in
Medicina Legale e delle Assicurazioni
Psichiatria Forense e Criminologia Clinica
Neurologia
CTU del Tribunale

È con immenso piacere che pubblichiamo queste note del nostro Consulente Medico Legale Dott.ssa Lucia Astore.
Laureata in Scienze Biologiche, Medicina e Chirurgia e specializzata in Neurologia, Medicina Legale e delle Assicurazioni, Psichiatria Forense e Criminologia Clinica, la Dott.ssa Astore da decenni opera nel settore della previdenza militare, svolgendo l’attività di consulente nell’iter per il riconoscimento delle cause di servizio, delle pensioni di guerra, delle pensioni privilegiate. Svolge plurime attività congressuali, partecipando, in qualità di relatrice ed esperta, a numerose conferenze e corsi di aggiornamento incentrati su temi di primo interesse per Forze di Polizia e Forze Armate.
L’interesse e l’attenzione sempre viva sulle problematiche specifiche che coinvolgono la salute degli appartenenti al Comparto Sicurezza e Difesa, si è tradotta anche nell’attività di consulente medico-legale all’interno del Forum GR-NET.
Con questa breve presentazione, assolutamente riduttiva rispetto alle numerosissime competenze ed esperienze professionali maturate dalla Dott.ssa Astore, vi invitiamo alla lettura di questo interessante approfondimento.

Leggi l’Articolo »
No Comment

COVID-19: CAUSA DI SERVIZIO-COMPARTO DIFESA, SICUREZZA E SOCCORSO PUBBLICO
PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE

Covid-19 Commento alla nota de Ispettorato generale della Sanità Militare del 9/04/2020 coronavirus


QUESTO ARTICOLO RIGUARDA TUTTO IL PERSONALE DEL COMPARTO

Vigili del FuocoVV. F.
corpo firestadele dello StatoC.F.S.
carabinieriC.C.
guardia di finanzaG.D.F.
Esercito italianoE.I.
Marina militareM.M.
Aeronautica militareA.M.
Polizia di StatoP.S.
Polizia PenitenziariaP.P.

Commento alla nota dell’Ispettorato generale
della Sanità Militare del 9/04/2020


Per tutto il personale in servizio del Comparto Difesa-Sicurezza-Soccorso Pubblico, impegnato in questi giorni nella lotta al Covid 19, l ‘Ispettorato Generale della Sanità Militare ha elaborato una nota a chiarimento relativamente alle procedure medico-legali da seguire in seguito al contagio da Covid 19 per il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio dell’infermità relativa.

Leggi l’Articolo »
No Comment
No Comment

Effetti del Decreto Legge “Cura Italia” sui giudizi pensionistici
in corso davanti alla Corte dei Conti

Effetti del Decreto Legge "Cura Italia" sui giudizi pensionistici in corso davanti alla Corte dei Conti


Coronavirus e Giudizi pensionistici pendenti innanzi alla Corte dei Conti


Con il Decreto Legge del 17 Marzo 2020 n. 18 “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 70 del 17-03-2020), sono state approntate misure con importanti riflessi sui giudizi pensionistici in corso innanzi alla Corte dei Conti.
 

Leggi l’Articolo »
No Comment
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.